Home » Notizie

TRE PROGETTI ITALIANI TRA I VINCITORI DEL PREMIO PER IL PATRIMONIO CULTURALE DELL'UNIONE EUROPEA / EUROPA NOSTRA AWARDS

14 aprile 2015

monte prama 2 ottobre 1 La Commissione Europea ed Europa Nostra hanno comunicato i vincitori dell'edizione 2015 del Premio per il patrimonio culturale dell'Unione europea / Europa Nostra Awards, considerato il riconoscimento europeo piú prestigioso in tale ambito. Tra i 263 progetti candidati presentati da organizzazioni e singoli individui di 29 paesi, sono stati selezionati 28 vincitori in quattro categorie: 1) conservazione, 2) ricerca e digitalizzazione, 3) contributi esemplari 4) istruzione, formazione e sensibilizzazione.

La cerimonia di premiazione avrà luogo l'11 giugno presso il Comune di Oslo, alla presenza di Fabian Stang, Sindaco di Oslo, Tibor Navracsics, commissario europeo per l'Istruzione, la cultura, la gioventù e lo sport, e Plácido Domingo, il celebre cantante d'opera e Presidente di Europa Nostra. Sette dei vincitori saranno insigniti del Gran Premio della giuria e riceveranno 10.000 euro ciascuno, e uno dei vincitori riceverà il premio della giuria popolare decretato a seguito di una votazione online condotta da Europa Nostra.

Tra i progetti selezionati quello relativo al restauro delle statue di Mont'e Prama, realizzato dal Centro di Conservazione Archeologica di Roma per iniziativa e responsabilità della Soprintendenza Archeologica di Sassari e Nuoro presso il Centro Regionale di Restauro, in attivazione dell'Accordo di Programma Quadro tra il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Regione Autonoma della Sardegna.

5178 frammenti di pietra, equivalenti a 9140 kg, hanno restituito  5 arcieri, 4 guerrieri, 16 pugili e 13 modelli di nuraghe. Il progetto è stato uno sforzo multidisciplinare volto a riunire conservazione, museologia, impegno pubblico, che ha coinvolto la comunità e la comunicazione a livello regionale, nazionale e internazionale.

"La Giuria è stata affascinata dalla complessità di questo progetto di restauro, e colpito dalla sua importanza nello sviluppo per la comprensione di questa cultura sottovalutata. Il montaggio dei pezzi, eseguito senza una penetrazione profonda della pietra originale, ed evitando l'uso di trapani o l'inserimento di materiali diversi, darà la possibilità di fare in futuro modifiche e aggiunte sulle immagini delle statue. Tutte le operazioni di restauro sono state realizzate pubblicamente, con la possibilità per il pubblico di visitare i lavori in corso. L'importanza per la popolazione locale è evidente, e valorizza la loro identità con gli abitanti che li hanno preceduti in questa grande isola."

 

monti prama

Documentazione correlata

Mont'e Prama premio 2
Mont'e Prama premio 1

Vai alla ricerca

Menu contestuale